L’epoca della Riforma

Bivio, Bormio, Bregaglia, Chiavenna, Mesolcina, Poschiavo e Valtellina
Pubblicazioni - incontri - documentari dedicati ad un secolo di storia

Il Cinquecento è una fase estremamente dinamica della storia grigione. Nel 1512 l’odierna Provincia di Sondrio diventa parte della Repubblica delle Tre Leghe retiche.
A partire dal 1523, con l’arrivo del predicatore e compagno di studi di Zwingli Johannes Comander a Coira, si diffonde la Riforma protestante. Il pensiero umanista diventa anche strumento politico di emancipazione dai legami feudali ancora esistenti. Progressivamente si delinea anche un passaggio a una nuova teologia. Molti comuni retici ne seguiranno l’esempio, ma altrettanti confermeranno la loro appartenenza alla Chiesa cattolica.

Le deboli strutture statali e la relativa tolleranza religiosa nelle Tre Leghe grigioni, portano anche decine di umanisti italiani, perseguitati per le loro convinzioni religiose, a trovarvi rifugio; Chiavenna è la prima meta mentre a Poschiavo sorge una tipografia che ne pubblica gli scritti considerati eretici. Le vallate di lingua italiana sono protagoniste di uno sviluppo autonomo della Riforma con un esito alterno. La Bregaglia passa completamente al protestantesimo, Poschiavo e Bivio diventano comuni paritetici, in molti centri dei territori sudditi nascono delle comunità protestanti che devono però far fronte a grosse resistenze. Il territorio diventa confine religioso europeo e laboratorio di convivenza.

Negli ultimi decenni il clima si irrigidisce sfociando nelle guerre del Seicento; Grigioni e Valtellina diventano campo di battaglia delle grandi potenze del continente. In quest’epoca la storia comune dei due territori è storia europea.


Il progetto


Promotrici del progetto sono le principali organizzazioni sui due lati del confine che si occupano di storia, del suo studio e della sua valorizzazione. Ne fanno parte la Società Storica Val Poschiavo, la Scietà Storica Grigione e l’Archivio Storico di Bregaglia da parte grigione; la Società Storica Valtellinese e il Centro di studi storici valchiavennaschi sono i partner d’oltre confine.

Il programma

Giornata di studio dedicata alla Rivolta di Valtellina
Tirano 12 settembre 2020
La giornata di studio si propone di fare il punto sullo stato delle ricerche con l'intento di arrivare ad un'interpretazione più oggettiva e condivisa di quanto successo nel 1620. Vi partecipano ricercatori italiani e svizzeri.
Il programma di dettaglio (PDF)


La Guida

Il territorio offre tuttora varie testimonianze e spunti di riflessione per capire la storia del periodo nella regione. Da questo punto parte il progetto di «guida», un’opera che riassuma la ricca ricerca scientifica degli ultimi anni e la strasformi in uno strumento accessibile al vasto pubblico.
L’opera esce nel settembre del 2020 al prezzo di 28 CHF. Lo si può ordinare qui: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


I documentari

La trasmissione “Segni dei Tempi” della Televisione svizzera RSI dedica una serie di documentari al tema. La diffusione è prevista a partire da settembre 2020.


Gli incontri

Completa l’offerta una serie di incontri pubblici volti conoscere meglio i fatti che dalla Riforma dei primi decenni del Cinquecento hanno portato agli gli eventi del 1620. Questi i prossimi appuntamenti previsti:
- Il 12 settembre ci sarà una finestra all’interno della giornata di studio a Tirano.
- Il 13 settembre alle 17:30 è prevista la presentazione a Brusio.
- Il 16 ottobre alle 17:30 si fa tappa a Sondrio.
- Il 27 ottobre ci sarà una serata a Coira.
Altri appuntamenti verranno pianificati prossimamente.


Gli atti della giornata di studio

La pubblicazione delle relazioni dell’incontro del 12 settembre avverrà sul "Bollettino della Società Storica Valtellinese" n 73 del 2021.

Intangible Search

intangiblesearch
Inventario online per diffondere la conoscenza del patrimonio culturale immateriale.

Archivio fotografico

Archivio fotografico Luigi Gisep
Circa 2'500 fotografie testimoniano quasi un secolo di storia della Valposchiavo a cavallo fra il 19esimo e il 20esimo secolo.

Casa Besta

Casa Besta
Il Centro di documentazione sulla storia della Val Poschiavo è ospitato in un locale al terzo piano della Casa Besta a Brusio.

SSVP

Società Storica Val Poschiavo
Contatto:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.